Remote Sailing Help Desk

Settembre 2007. H 14:30
Dal Vaga Gima al largo di Rosignano, via telefono.

"Robertoooo, sono in mare con un amicoooo. C'Ŕ un vento della madonnaaaa. La barca Ŕ tutta sbandata. Si rovescerÓ?"

"No. Tranquillo. Tutt'al pi¨ si sdraia. Legatevi.
Ma che vento Ŕ?"

"Grecaleeee. 25 nodiiii. Non riesco a cazzare il fiocco per bolinareeee. E' troppo duroooo."

"Devi terzarolare. Ridurre le vele."

"Ah! E come si fa? La scotta del fiocco Ŕ sullo stesso winch dell'avvolgifioccoooo!"

 

"Marco, vedi il passascotta del fiocco lÓ sul ponte?"
Si!?"

"E' dotato di uno strozzatore. Sventa un bel po' il fiocco. Chiudi lo strozzatore. Libera il winch dalla scotta. Mettici il sagolino avvolgitore e riduci il fiocco fino al segno della prima mano o al secondo se necessario. Poi rimetti la scotta sul winch e cazza a ferro per stringere la bolina.

Se occorre, riduci anche la randa. La sventi completamente, azioni l'avvolgitore quanto basta e poi la rimetti a segno."

- - - - - - - - -
h. 15:15
"Robertoooo, tutto fattoooo. Grazie. Adesso va meglio. Mi era venuto un cagoooone!"

                          Vela, Forti Emozioni

Indice